HomeMeteo FlashNUOVO MALTEMPO ED AGGIORNAMENTI A LUNGO TERMINE

NUOVO MALTEMPO ED AGGIORNAMENTI A LUNGO TERMINE

PROSSIMI AD UNA NUOVA DEPRESSIONE ATLANTICA che già dalle prime ore di domani comincerà ad interessare la Toscana e che determinerà tempo instabile/perturbato per tutta la giornata. La parte più attiva del peggioramento è comunque attesa nella seconda metà del dì con strascichi anche nella prima parte della notatta.

Rovesci, temporali e vento teso da ovest saranno gli ingredienti principali del cambio dovuto ad al transito frontale.

Le zone con i cumulati maggiori parrebbero essere ancora quelle settentrionali della Regione ove anche i temporali dovrebbero essere più probabili, vi daremo conferma di questo con il prossimo appuntamento.

Da segnalare anche, tra la notte e le prime ore di giovedì, il possibile ritorno della neve alle alte quote appenniniche, specie in caso di rovesci intensi ed a quote oltre i 1700m. Vi avevamo già annunciato la possibilità del fenomeno.

TENDENZA SUCCESSIVA. A grandi linee per il momento desideriamo segnalarvi quanto segue per il tempo tra giovedì e domenica: un cambio della ventilazione che ruoterà a nord est, un progressivo calo delle temperature e cieli in genere parzialmente nuvolosi o nuvolosi, forse con più aperture nel fine settimana. Non sono da escludere ulteriori deboli nevicate in calo di quota fino ai 1400m soprattutto venerdì per effetto stau sull’Appennino settentrionale. Da verificare la possibilità di deboli fenomeni sul sud della Toscana attorno a domenica. Ne riparleremo.

IN sintesi, dopo questa nuova depressione, seguirà una fase più fredda che ci introdurrà al primo fine settimana di novembre.

Per il dettaglio dei fenomeni nel breve termine saremo online con mappe e commenti più specifici anche per quanto riguarda l’argomento neve che, come sapete, ha una sezione dedicata nelle nostre pagine.

IL GRANDE CALDO: 40 GRADI POSSIBILI TRA FIRENZE E PONTEDERA, ENTROTERRA DI GROSSETO, VALDERA,...

METEO TOSCANA. Quella di oggi sarà la giornata più calda di tutte quelle che finora abbiamo passato, sono attesi infatti valori massimi che potranno...