HomeToscana nevePOSTULATO L'ARRIVO DEL FREDDO, COSA POSSIAMO DIRE SULLA NEVE?

POSTULATO L’ARRIVO DEL FREDDO, COSA POSSIAMO DIRE SULLA NEVE?

IL QUADRO DELLA SITUAZIONE

L’arrivo del freddo sembra ad oggi piuttosto probabile anche secondo le ultime disponibilità modellistiche (su cui torneremo con tutti i dettagli). Ma cosa possiamo dire sulla NEVE?

Postulato quindi che le correnti fredde di estrazione siberiana portino un considerevole calo delle temperature tra venerdì e domenica, quali potrebbero essere i risvolti nevosi?

Per le regioni centro meridionali adriatiche la prima fase dell’irruzione potrebbe già essere produttiva con neve in calo rapido fino a quote molto basse, stesso dicasi per la Calabria.

Per il centro nord e la TOSCANA i cieli sarebbero comunque per lo più sereni.

Ma si sa, quando il lago freddo è particolarmente esteso, denso, pesante non lo si scardina facilmente; per tal motivo una occasione nevose che potrebbe coinvolgere gran parte del settore centro settentrionale con la Toscana in prima fila, sarebbe rappresentata dall’avvicinamento di più miti ed umide correnti atlantiche che, almeno un una prima fase, potrebbero generare neve da scorrimento.

Più le correnti da ovest risultano in questi casi “tranquille” più la neve potrebbe cadere abbondante e indisturbata.

Cosa significa? Che una delle principali ipotesi da tenere in conto per il post freddo sarà proprio la possibilità di una nevicata da cuscino freddo che sarebbe particolarmente favorita se l’approccio da ovest non fosse troppo irruento e turbolento così da non intaccare molto l’equilibrio termico nei bassi strati.

E tutto questo si verificherà? Potrebbe.

Al momento è necessario porre la massima attenzione al nostro postulato iniziale ovvero sulla consistenza, durata, estensione geografica dell’alitata gelida, quando tutto questo sarà definito meglio potremo pensare anche al resto.

METEO LONG RANGE: SARÀ ANCORA CALDO PAZZO? ABBIAMO DATO UNO SGUARDO LUNGO SULL’ESTATE E…

METEO. Siamo prossimi ad un certo ridimensionamento della grande calura e questo non più che far piacere. Come sappiamo, almeno tra venerdì e domenica,...