HomeIniziativeNEVE PRIMO STEP: LA NOTTE TRA NATALE E SANTO STEFANO

NEVE PRIMO STEP: LA NOTTE TRA NATALE E SANTO STEFANO

AGGIORNAMENTI SULLA TENDENZA PER NATALE.

Anche quest’oggi non manchiamo con l’aggiornamento con la tendenza sul lungo termine che, passo dopo passo, comincia a divenire una previsione anche se sempre molto tirata.

Ecco quello che desideriamo dirvi questa sera come compendio dei tanti spunti di riflessione che offrono i modelli:

  • la cosa ormai più probabile è che il tempo cambierà davvero e lo farà proprio tra Natale e Santo Stefano, almeno un primo cambiamento decisamente avvertibile;
  • in seconda istanza pare che tutto si giocherà in due mosse per la Toscana, prima un peggioramento con piogge e poi la formazione di un minimo in rapida fuga verso sud con sentito richiamo di aria fredda da nord est;
  • tutto questo potrebbe determinare un natale a tratti perturbato in rapido miglioramento verso la mattina di Santo Stefano con forti venti orientali e freddo in escalation su tutta la Toscana;
  • questione neve: durante la notte tra Natale e Santo Stefano viene ancora presentata la possibilità di una finestra di qualche ora favorevole ad un rapido abbassamento della quota neve fino ad almeno quote collinari da definire e specificare meglio in relazione alla loro eventuale ubicazione, tempistica e consistenza.

Il minimo in formazione sul Tirreno settentrionale avrà infatti prima l’effetto di portare un peggioramento e successivamente un forte raffreddamento richiamando aria da nord est.

Nella fase di spostamento dello stesso minimo verso il Lazio, specialmente la Toscana centro meridionale potrebbe risentire di precipitazioni residue e, contemporaneamente del calo delle temperature che determinerebbero un rapido abbassamento dello zero termico.

Questa la tendenza per il momento più probabile. Anche i giorni successivi potrebbero risultare alquanto dinamici e freddi…

Seguiteci con gli aggiornamenti dedicati alla possibilità di neve nelle feste natalizie!