VENTI ANCORA TESI MA TEMPERATURE FUORI SCALA

E' STATO IL VENTO IL PROTAGONISTA PRINCIPALE DEL TEMPO IN REGIONE  ma oggi è opportuno sottolineare anche l'anomalia termica in atto.

In grafica vi proponiamo la differenza della quota dello zero termico tra il bacino del Mediterraneo e le Isole Britanniche: si passa dai 4000m sul livello del mare ai 400m slm.

Un divario enorme non tanto per le temperature presenti sul Regno unito ma per il caldo anomalo che attanaglia il Mediterraneo ed anche l'Italia. Siamo su valori tipici della fine di giugno a causa di tese correnti miti occidentali che propongono un insistente e tesissimo flusso zonale.

Poche le novità anche per domani con tempo similare ed ancora molto, molto mite.

Segnaliamo tuttavia un calo delle temperature soprattutto per mercoledì quando risentiremo marginalmente di uno spiffero più freddo che comunque potrebbe riportare delle deboli gelate al mattino.

La persistenza anomala di questa configurazione associata a valori termici assai miti sta sepre più spesso portando al superamento di record storici. Anche mei prossimi giorni avremo da riparlare di tutto questo. L'inverno, che non si è visto, seguiterà a latitare almeno nel medio lungo termine.