TERREMOTO IN MUGELLO, CHE COSA STA SUCCEDENDO

DOPO LA FORTE SCOSSA DI IERI NOTTE di magnitudo 4.5, durante la giornata si sono verificate numerose scosse più deboli facenti parte del medesimo sciame sismico.

Come indicato in mappa, grazie all'INGV, l'epicentro è rimasto sempre nell'area tra Barberino e Scarperia ove è sotto osservazione una faglia responsabile degli eventi.

Da ieri sera le scosse hanno diminuito decisamente l'intensità ma, soprattutto, la loro frequenza.

L'ultimo fenomeno rilevato risulta alle 18.53 locali con una magnitudo di 2.0.

Ricordiamo che i terremoti, contrariamente a quanto accade per il tempo atmosferico, non sono prevedibili. Esistono solo ipotesi statistiche e calcoli che possono dare indicazioni importanti circa i tempi di ritorno e le potenzialità sismiche di un'area geografica.

Ci auguriamo ovviamente che si chiuda così  questa brutta esperienza per i nostri amici mugellesi.