Dopo la burrasca di mezza estate...

SUL FAR DELLA SERA. Quella appena trascorsa è stata sicuramente una giornata tra le più particolari di questa estate 2015. Dopo giorni e giorni di calura incessante e di clima pressochè invariato, abbiamo avuto il passaggio di una modesta perturbazione che ha causato temporali ed un certo ricambio d'aria. Ci voleva. Anche se, purtroppo, non tutta la Toscana ha beneficiato allo stesso modo dell'evento. 

Tradizione vuole che le prime burrasche estive cadano nei primi giorni di agosto ma, come ormai siamo abituati a sperimentare, sempre più spesso le "tradizioni climatiche" vengono soppiantate dai capricci di un tempo sovente poco incline agli schemi climatici classici.

Ad ogni modo, trovata una fine alla lunga ondata di calore di luglio, dobbiamo guardare avanti beneficiando, nel frattempo, di questa aria un poco più fresca (ma anche molto più umida).

Come procederà la stagione? Al momento non paiono esserci molti dubbi: tornerà il furore di febo a dipingere anche le prossime giornate. Per qualche giorno le temperature dovrebbero comunque rimanere abbastanza normali per la stagione (andremo oltremedia al sud)...mentre in seguito, anche per la Toscana, potrebbero riafffacciarsi scenari piuttosto roventi. C'è da dire che un grande cambio di rotta nel cuore del cuore dell'estate è anche abbastanza difficile...quello che però "ci frega" non è tanto la stabilità quanto la stabilità sorretta dall'alta africana. Lo diciamo da tempo: manca l'anticiclone azzorriano e la bolla calda sahariana se ne approfitta e se ne approfitterà ancora.

Sarà un agosto rovente? Non abbiamo una risposta certa....ma pare che almeno l'inizio non voglia certo rimanere sottotono rispetto al solleone di luglio.

La mappa allegata mostra gli ipotetici scenari a 500hPa...come si noterà l'Italia pare sempre rimanere sotto il tiro di correnti calde meridionali.

Tipo: 


Altre notizie

Più letti oggi

Navigazione